A volte è meglio tacere…

Siamo onorati di annoverare tra i nostri lettori il sig. Tranfa, Assessore ai Lavori Pubblici, come abbiamo appreso leggendo il suo articolo pubblicato sul portale ceppaloni.info.

Ci permettiamo, brevemente, di rispondere alle precisazioni dell’Assessore.

Innanzitutto, quello che non ci è parso chiaro, in tutto l’articolo, è in cosa la nostra “narrazione” non sarebbe “sempre puntuale, precisa e corretta”. Questa critica viene lanciata in maniera gratuita, non giustificata in alcun modo e, onestamente, ci lascia molto perplessi.
Per farsi un’idea sul nostro modo di operare, invitiamo il sig. Tranfa e chiunque altro fosse interessato a visualizzare la pagina Facebook Cittadinanza Attiva per Ceppaloni (nostro canale ufficiale, insieme al sito www.cittadinanzattivaceppaloni.org), dove sono pubblicati le dirette streaming delle sedute del Consiglio e i nostri articoli. La pagina è liberamente accessibile a tutti, quindi ognuno può liberamente farsi la propria idea in merito al nostro modo di narrare quanto accade in Consiglio Comunale.
A noi, mettere in discussione un silenzio che hanno visualizzato più di mille utenti sembra alquanto banale: l’articolo non ha fatto altro che evidenziare quello che tutti possono vedere!

Certo, voler sminuire il doppio rinvio della discussione dei debiti fuori bilancio e degli equilibri di bilancio come una semplice “disattenzione da parte dell’Amministrazione” o giustificare l’atteggiamento tenuto quando finalmente la discussione ha avuto luogo perché “non era possibile valutare tutti gli aspetti nel breve tempo possibile” ci sembra una bella favoletta da raccontare.
Come opposizione abbiamo avuto meno tempo dei componenti della maggioranza per studiare queste “problematiche molto difficili”, come le ha giustamente definite il sig. Tranfa, dovendo aspettare la documentazione che viene depositata solo qualche giorno prima di ogni Consiglio.
Eppure, in aula, la differenza di approfondimento ci è parsa evidente: noi le questioni le abbiamo studiate e abbiamo evidenziato le problematiche e i rischi che le scelte operate avrebbero comportato. Era compito di chi amministra doverne prendere atto e provvedere a correggere il tiro in tempo.

Per non parlare poi della critica circa una mancanza di proposte da parte nostra!
Ad oggi, l’unico consiglio comunale convocato al di fuori di quelli obbligatoriamente previsti dalla legge, l’abbiamo richiesto noi per risolvere i problemi relativi alle scuole. Il risultato è stato un nulla di fatto, perché la maggioranza è stata sorda alle richieste nostre e del pubblico intervenuto in aula. Ma queste cose, chi ci segue, già le conosce.

La parte che preferiamo è quella in cui chi scrive esprime un giudizio sul nostro agire: chi, finora, è intervenuto in Consiglio con il contagocce, si permette di esprimere una valutazione sul nostro operato!
Giusto per chiarezza (ma la cosa ci sembra ovvia, oltre che palese): il nostro operato è sempre frutto di un lavoro di squadra. La storiella di un’opposizione monopolizzata, sig. Tranfa, non attacca, ci dispiace. Lavoriamo in gruppo per il bene del Comune, le personalizzazioni non ci interessano. Il suo parere sui nostri componenti (andando perfino a scomodare ruoli un tantino più importanti dei nostri) lascia il tempo che trova.

Infine, consentiteci di omettere qualsiasi commento sull’amor proprio dell’Assessore. Ricordiamo solo allo stesso che anche le dirette streaming sono state una nostra proposta e siamo sempre noi a renderle disponibili pubblicamente: l’essere telegenici o meno ci interessa ben poco!

Questa volta, per quanto ci riguarda, forse era meglio che l’Assessore avesse continuato il suo “silenzio responsabile e consapevole”…

Cittadinanza Attiva per Ceppaloni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *